Categorie
Benessere

Core training: in cosa consiste, a cosa serve, come si pratica e miti da sfatare

Il core training è un particolare allenamento volto a migliorare la forma e le prestazioni fisiche: ecco di che si tratta e quando praticarlo.

Hello Spinkers! Quando ci si allena è necessario imparare a controllare il proprio corpo senza tralasciare alcune zone fondamentali per lo sviluppo muscolare, ecco come nasce il core training.

Il core training è letteralmente l’allenamento della zona centrale del corpo che comprende gli addominali, retto obliqui  e laterali, i lombi, i muscoli pelvici, i glutei e i muscoli flessori dell’anca.

Queste zone vanno allenate con estrema cura e costanza perché sostengono tutto l’organismo specialmente nella corsa. 

Il core trasmette la forza e la spinta necessaria per eseguire correttamente il movimento della corsa.

Caratteristiche core training

Il punto focale è quello di eseguire esercizi atti a sviluppare la forza, la flessibilità e il controllo dei movimenti.

La sessione si svolge sia con esercizi in movimento sia con esercizi statici e si utilizzano alcuni attrezzi per sviluppare l’equilibrio, ma allo stesso tempo si sfrutta il corpo libero.

Durante il core training ci si focalizza su come poter allungare i muscoli e creare una struttura solida che renda la corsa più efficace, prevenendo gli infortuni, e ottimizzando i risultati sia in termini di resistenza e correttezza del movimento, sia dal punto di vista estetico.

Core training significato

Il termine core si può tradurre con “nucleo”: per estensione il centro del corpo, quindi tutti i muscoli della zona addominale, lombare e dell’anca che sostengono il corpo, danno la stabilità e permettono il movimento. 

Allenare costantemente questo nucleo è fondamentale per rendere la struttura corporea robusta e idonea ad altre attività fisiche.

Core training come si pratica

Questo tipo di allenamento si svolge in palestra o a casa eseguendo una serie di esercizi studiati proprio per raggiungere la forma perfetta del core.  

Se eseguiti con costanza e nel modo corretto si percepirà immediatamente una sensazione di corpo più forte, equilibrio e resistenza nella corsa.

Correre è uno degli sport più praticati perché scioglie la tensione giornaliera, permette di stare a contatto con la natura e trasforma il fisico, ma spesso viene intrapreso senza una adeguata preparazione rischiando di farsi molto male.

Quando effettuare core training

Il core andrebbe fatto quando si sentono dolori muscolari post corsa e nei giorni successivi e poi andrebbe eseguito abitualmente per rafforzare la struttura centrale.

Come nello stretching, anche in questo caso bisogna creare una routine fatta di elementi concatenati per riuscire a d ottenere il risultato desiderato. Se siete alle prime armi e avete problemi di schiena prestate molta attenzione durante lo svolgimento.

Esercizi core training

Ecco un esempio di circuito Core: serviranno tappetino e palla medica. L’esercizio più temuto e allo stesso tempo più valido è il plank.

Trenta secondi di plank sugli avambracci per tre volte con recupero di 30 secondi tra una e l’altra, stessa serie sui palmi.

Poi plank con sollevamento della gamba e rotazione da fare 10 volte per lato, tre serie intervallate da 40 secondi di pausa.

Tre serie da 20 secondi di side plank a lato, l’esercizio di superman ovvero sdraiati a pancia in giù sollevate braccia e gambe mantenendo l’equilibrio e infine crunch a terra o su palla medica.

Benefici e vantaggi core training

Il core stability training aiuta ad allenare l’equilibrio necessario per l’attività fisica, inoltre irrobustire i muscoli del core è propedeutico per mantenere o ritrovare una postura corretta e alleviare i dolori.

La sensazione di benessere è realmente tangibile e si manifesta con una sensazione di leggerezza post corsa proprio perché i muscoli lavorano in modo adeguato.

Core training: quali strumenti occorrono per praticarlo

Per eseguire i core training esercizi la palla medica è indispensabile KOTTAO Palla Fitness per Pilates, Gravidanza, Parto è solida, morbida e resistente, facile da gonfiare vi aiuterà ad eseguire gli addominali e a rinforzare la zona lombare.

BODYMATE AB Roller Classic, Attrezzo per Allenamento Addominali: manubri per addominali e tappetino per appoggiare le ginocchia, con queste rotelle potrete fare piegamenti controllando i movimenti. Il tappetino è fondamentale per non scivolare.

BODYMATE Cuscino propriocettivo Gonfiabile per Equilibrio comprensivo di Pompa: pedana per sviluppare l’equilibrio, le punte su cui appoggia creano un movimento basulante perfetto per eseguire gli esercizi che sviluppano il senso di stabilità.

Sling Trainer con ancoraggio per porta e cintura di estensione: corde da attaccare alle porte per fare sessioni di addominali e lombari e per fare serie di esercizi atte a irrobustire e rinforzare i muscoli.

Teoria tecnica e pratica del CORE TRAINING: leggere è importante e informarsi sulle pratiche corrette del core vi permetterà di non sbagliare. Esistono tantissimi libri a tema, in questo troverete tantissimi esercizi pratici.

SpinkUp Tips

Core training opinioni e considerazioni finali

Spinkers se vi approcciate a questo tipo di esercizi per la prima volta, o se avete problemi di postura o dolori alla schiena, rivolgetevi ad un personal trainer o fate seduta a casa in call così da correggere sin da subito eventuali errori e non danneggiare la muscolatura.

Numerosi studi hanno dimostrato l’importanza di sviluppare la zona core, ma è importante non lanciarsi nel “fai da te” senza un’accurata informazione.

Siete solite allenare questa zona con costanza?