Categorie
Wellness

Carnitina: a cosa serve, quando assumerla e migliori prodotti contro stanchezza e spossatezza

La carnitina aiuta a combattere stanchezza e spossatezza, aiutando al contempo a migliorare le prestazioni sportive: ecco quando assumere integratori specifici sotto controllo medico.

Hello Spinkers! Una dieta sana e bilanciata è l’elemento cardine per essere in salute, ma per completare il quadro è possibile ricorrere ad integratori specifici come, ad esempio, la carnitina.

Assumere integratori è un’abitudine che sta prendendo sempre più anche in Italia, l’America è famosa per essere una buona consumatrice di questi prodotti.

La carnitina è un amminoacido presente nei nostri muscoli, per la precisione in circa il 90% delle cellule.

L’organismo è in grado di sintetizzarla attraverso i reni ed è fondamentale per il corretto funzionamento delle attività cerebrali e per il controllo del peso.

Generalmente il corpo riesce a produrre un quantitativo sufficiente di carnitina, ma l’integrazione è necessaria soprattutto in caso di sport o diete.

Carnitina a cosa serve

La Carnitina aiuta a produrre energia, trasformando i grassi in energia sfruttabile per il corpo, viene prodotta in presenza di listina, metionina, vitamina C e ferro, per questo motivo è fondamentale che tutti questi elementi siano correttamente integrati nell’organismo.

Un’altra funzione di questo amminoacido è quella antiossidante per le cellule del cuore e dei muscoli: inoltre appare molto utile per controllare le malattie neurodegenerative.

La carnitina è presente anche in alcuni cibi per lo più carne e pesce, quindi in caso di dieta vegana o vegetariana è indispensabile utilizzare integratori specifici.

Quando assumere integratori carnitina
Quando assumere integratori carnitina – Fonte: IStock

Quando assumere l-carnitina

Integrare la carnitina è necessario quando si inizia un processo di dimagrimento sviluppato sia da piano alimentare che da attività fisica, in questo caso è necessario utilizzare integratori sotto consiglio del medico e del personal trainer.

Il corpo, infatti, non sintetizza la carnitina nello stesso modo, ci sono soggetti in cui le funzioni vengono svolte perfettamente e altri che manifestano delle carenze.

Alcuni studi hanno dimostrato come questo amminoacido sia utile anche nelle persone anziane per supportare le attività mnemoniche e alleviare la sensazione di affaticamento.

L’integrazione è necessaria in tutte le persone che seguono un’alimentazione planted based poiché non introducono cibo che contiene carnitina.

I dosaggi corretti vengono indicati solo ed esclusivamente dopo un controllo medico.

La carnitina, inoltre, è utile in tutti i casi in cui il corpo manifrsta segni di stanchezza, affaticamento e spossatezza poichè aiuta a dare energia sintetizzando i grassi.

Carnitina per dimagrire

Proviamo a sfatare un mito: la carnitina da sola non fa dimagrire, ovvero se da un lato è in grado di trasformare i grassi in energia velocizzando il metabolismo, dall’altro lato è stato studiato come soggetti di età diverse e con esigenze simili non si sia verificato un netto dimagrimento in chi stava assumendo carnitina.

Il dimagrimento avviene combinando gli integratori ad attività fisica poiché si riesce a ottimizzare e velocizzare il processo in cui vengono bruciati i grassi.

Quindi assumere integratori e sperare nel miracolo è impossibile.

Carnitina benefici

Tra i benefici della carnitina compaiono: la capacità di rafforzare il sistema immunitario, prevenire i danni da radicali liberi e aiutare nella fase acuta delle allergie; migliorare l’attività del cervello, attenuare lo stress, arginare la possibilità di attacchi di cuore sostenendo le attività cardiache; controllare l’osteoporosi e tonificare i muscoli.

Ultimo, ma non per importanza, riduce il senso di fame, per questo motivo viene spesso indicata come alleato per la perdita di peso, ma come visto prima, è importante associarla ad attività fisica.

Carnitina effetti collaterali

La dose comunemente consigliata è di circa due grammi, questo per evitare l’insorgere di possibili carnitina controindicazioni quali: nausea, mal di stomaco e diarrea.

Tendenzialmente l’integrazione di carnitina non presenta effetti collaterali, ma potrebbe sviluppare intolleranze che si manifestano con episodi di crampi e mal di pancia.

Carnitina integratori: ecco i prodotti più efficaci

Tra gli integratori di acetil carnitina Solgar Amino Carnitina Integratore con Vitamina B6 30 è uno dei più famosi, aiuta a sostenere il metabolismo energetico, alleviare notevolmente la stanchezza e sostenere le attività del sistema nervoso. Le compresse vanno assunte lontano dai pasti.

ProAction Carnitina 1000 Liquid Integratore Monodose per Sportivi: un integratore al gusto limone studiato per sportivi e persone che iniziano un percorso di dimagrimento con attività fisica intensa e aumento della massa magra. Il formato monodose lo rende ideale per portarlo in palestra e consumarlo prima degli allenamenti.

Carnidyn Plus Integratore per Stanchezza: bustine studiate per alleviare la stanchezza, combattere lo stress e contrastare la sensazione di spossatezza che si presenta durante i cambi di stagione. La sensazione di energia è immediatamente tangibile sin dall’assunzione delle prime bustine.

Tisanoreica Metabolic Plus Integratore Metabolico: basato sul regime alimentare Tisanoreica, questo integratore contiene un mix di elementi che aiutano a velocizzare le funzioni metaboliche e contribuire ad un dimagrimento più veloce.

Creatina Plus Sandoz Integratore di sali minerali per sportivi: un integratore a base di creatina, carnitina, arginina, glutatione, vitamine e sali minerali, studiato per compensare eventuali carenze e completare il fabbisogno di sali minerali e vitamine.

SpinkUp Tips

Carnitina opinioni e considerazioni finali

Quando si assume un integratore è necessario attenersi alle istruzioni indicate su fogli illustrativi. Prima di iniziare la cura confrontatevi con un medico per verificare l’esatto fabbisogno ed evitate il fai da te.

Nel caso di sport a livello agonistico è comune assumere carnitina: anche in questo caso è fondamentale fidarsi del proprio personal trainer e non eccedere con le quantità per non incorrere in effetti indesiderati.

Spinkers avete mai usato la carnitina per migliorare le prestazioni in palestra o per sentirvi meno stanche nei cambi di stagione?