Categorie
Benessere

Tarassaco: caratteristiche, proprietà, benefici e migliori prodotti

Il tarassaco, conosciuto anche come dente di leone, offre benefici tangibili a carico dell’organismo: ecco quali e come utilizzarlo.

Hola Spinkers! Il Tarassaco è una pianta spontanea che possiede innumerevoli proprietà curative: il suo obiettivo principale si snoda attorno al concetto di disintossicazione, ecco come usarlo al meglio.

Il Tarassaco o il soffione: il termine tecnico racconta una pianta utile su diversi fronti, il gergo della strada si collega al mondo onirico e di incalliti sognatori.

Una pianta spontanea presente nei giardini e nei prati incolti che grazie a una coltivazione corretta e strutturata offre molteplici benefici.

La piccola pianta, solitamente raggiunge massimo i 40 cm di altezza, è riconoscibile grazie anche alla rosetta di foglie basali lanceolate.

Il Tarassaco può essere utilizzato in differenti modalità: in insalata unito ad altre foglie, come tintura madre per la creazione di prodotti artigianali, sotto forma di essenza grazie all’olio essenziale, essiccato come infuso, trasformato in miele o sciroppo.

Una pianta all’apparenza debole e fragile si trasforma in un potenziale utile e pratico per diversi scopi e adatto a diversi utilizzi.

A cosa serve il tarassaco

Il Tarassaco è utilizzato in erboristeria per la cura di problemi legati alla digestione e per eliminare il sedimentarsi di sostanze tossiche per l’organismo.

L’assunzione del principio attivo della pianta, infatti, permette di incrementare l’azione di pulizia del nostro organismo grazie alle proprietà diuretiche e depurative.

Gli effetti benefici della pianta sono direttamente correlati al consiglio della specialista che propone la tipologia più adatta e la modalità di somministrazione del principio attivo contenuto.

Ecco perché è essenziale affidarsi ad un medico e seguire le indicazioni piuttosto che provare una sorta di auto cura controproducente.

Tarassaco proprietà

Le ricette tarassaco prevedono l’utilizzo della radice, poiché è la parte con la maggiore concentrazione dei principi attivi.

Le proprietà terapeutiche della pianta infatti, si snodano in diversi utilizzi: 

  • Cucina grazie alla preparazione di sciroppi, miele di Tarassaco, decotti e tisane.
  • Trattamenti olistici con l’estrazione dell’olio essenziale e l’aggiunta in olio vettore per massaggi
  • Cosmetica fai da te con la creazione di prodotti da bagno: saponi, creme e pomate destinate alla cura della persona e della pelle sensibile e irritata.

Il Tarassaco, grazie al suo potenziale antinfiammatorio e depurativo riesce a donare sollievo alla pelle stressata e riportare equilibrio nelle funzioni digestive e diuretiche dell’individuo.

Benefici tarassaco

L’azione disintossicante del Tarassaco rappresenta il primo e prezioso valore aggiunto della pianta che cresce libera e selvaggia senza limiti di condizioni atmosferiche e altitudine. 

Grazie ai nativi americani che raccoglievano dalla natura le piante utili e necessarie alla cura della propria persona, oggi possiamo integrare e utilizzare – senza eccessi, e con le dovute precauzioni – mediante tisane, sciroppi o prodotti cosmetici e poter godere appieno dei benefici.

L’effetto depurativo e drenante è ottimale per ripulire l’organismo dopo eccessi o intossicazioni.

L’utilizzo topico offre benefici immediati sulla pelle irritata, tuttavia è consigliato utilizzare l’olio essenziale di tarassaco aggiunto a olio vettore, così da riequilibrare l’effetto ed evitare una sorta di shock epidermico

Dente di leone o tarassaco
Dente di leone o tarassaco – Fonte: IStock