Categorie
Empowerment

Donatella Versace: la brillante carriera di colei che rappresenta la moda italiana nel mondo

Portavoce della moda italiana nel mondo, Donatella Versace è una vera icona di forza, stile e determinazione: eccone la vita, la carriera brillante e i successi che l’hanno resa celebre.

Ciao Spinkers! Amate anche voi la straordinaria Donatella Versace? Stilista, imprenditrice di successo e vera e propria icona contemporanea, Donatella Versace ha contribuito e contribuisce tutt’ora, a rappresentare la moda e lo stile italiano nel mondo e a portare avanti l’eredità del fratello Gianni rivoluzionando il mondo del fashion con collezioni che hanno fatto la storia. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul suo conto.

La biondissima Donatella Versace nasce il 2 maggio 1955 in Calabria, ma a dispetto di quanto si possa pensare, la sua chioma iconica non nasce con lei, ma si lega a un aneddoto che Donatella ama raccontare.

Infatti la piccola di casa Versace (quartogenita dopo Santo, Gianni e Tina) aveva un carattere così dirompente e spumeggiante che il fratello Santo le suggerì di rendere la sua chioma in linea con la sua personalità.

E fu così che a soli 11 anni Donatella sperimentò con la sua prima tinta bionda diventando l’ iconic blonde che tutti conosciamo. Quello che aveva con Gianni era un rapporto simbiotico che diventerà poi la base del loro successo planetario nel mondo della moda.

Donatella Versace: carriera, successi e obiettivi raggiungi

Donatella dopo la maturità si iscrive alla Facoltà di lingue all’Università di Firenze e dopo la laurea decide di seguire il fratello Gianni a Milano. Da lì il resto è storia.

La coppia d’oro del fashion business rivoluziona il mondo della moda degli anni ‘80 e ‘90 con una serie di successi inarrestabili che subiscono un colpo inaspettato e devastante il 15 luglio 1997, quando Gianni Versace muore nella sua splendida villa di Miami Beach per mano di Andrew Cunanan.

Finisce così con due colpi di pistola, la favola moderna dei due fratelli calabresi che mano nella mano erano diventati il simbolo del made in Italy nel mondo e gli stilisti più amati dalle celeb.

Ma Donatella fa della resilienza la sua forza e decide di portare avanti l’eredità di Gianni aggiungendo il suo tocco personale e disegnando la sua prima linea di moda del brand Versace un anno dopo la morte del fratello.

Moda made in Italy e Donatella Versace

E nonostante le titubanze iniziali, la linea fu un successo planetario, Donatella aveva saputo valorizzare lo stile Gianni dando la sua impronta senza snaturarlo e occupando le vette del mondo del fashion grazie ai suoi capi riconoscibili.

I mix&match che attingono a piene mani dal mondo dell’arte e della cultura, gli accenti pop che anticipano le tendenze e quell’allure energica e dinamica che fuoriesce da ogni singola collezione. Un’allure che caratterizza la stessa Donatella, da sempre simbolo assoluto dell’empowerment femminile.

Donatella Versace: un esempio di empowerment femminile

Imprenditrice, stilista, filantropa, Donatella Versace è oggi una delle stiliste più ricche del mondo. Nonostante la vendita del marchio Versace al brand Michael Kors, Donatella continua a esserne capo progettista donando la sua impronta unica ad ogni collezione.

Da sempre al fianco delle donne e paladina delle cause LGBTQIA+, ha prestato la sua immagine a campagne di sensibilizzazione importanti come la provocatoria campagna del 2016 dedicata al tema dell’AIDS.

Grande amica di importanti nomi dello star system come Naomi Campbell, Lady Gaga, Jennifer Lopez e Elton John, Donatella ha due grandi amori, i figli Allegra e Daniel nati dal matrimonio con il modello Paul Beck.

Vita privata di Donatella Versace

E questo è ciò che si sa della sua vita privata. Oltre al grande legame che aveva con il fratello Gianni, all’amore per l’arte, per gli animali e per i suoi figli, Donatella fa della riservatezza una delle sue armi.

Grande protagonista del fashion business preferisce invece mantenere il più stresso riserbo sulla sua vita privata e sui suoi affetti. Nel 2018 stupisce l’opinione pubblica quando per la prima volta, in un’intervista, conferma i rumors che circolavano da anni, ovvero di essere stata dipendente dalla cocaina.

Dipendenza che ha superato grazie al suo carissimo amico Elton John e alla scelta di entrare in riabilitazione. Una confessione a cuore aperto che l’ha resa ancora più amata dai suoi fan e dall’intero mondo della moda. E a proposito di mondo della moda.

Donatella Versace look e capi di alta moda

E per ammirare al meglio lo stile Versace ecco una carrellata di capi indossati da Donatella e capi di alcune delle collezioni d’alta moda più amate! Cercando donatella versace instagram non si può non ammirare come primo outfit quello scelto per la serata degli Oscar 2022.

Donatella è splendida in un meraviglioso abito d’alta moda rosso vinilico che le enfatizza le forme rendendola una moderna Jessica Rabbit.

Passiamo ora all’abito che ha conquistato il Met Gala del 2019. Divina nel vero senso della parola. L’abito infatti, con body ricamato con cristalli era abbinato a una gonna fluida in organza giapponese verde fluo che presentava la scritta “Divine” ricamata a mano. Un omaggio a tutte le donne e al loro potere!

Ed eccola in passerella con la sua amata Audrey Versace, in uno dei suoi outfit daily chic. Da sempre amante del nero, Donatella ama accostarlo a capi dai colori decisi e d’impatto. Impeccabile!

Ed eccola in compagnia di una delle sue più care amiche, la fantastica J.Lo. La collaborazione tra le due ha dato vita a uno degli abiti più discussi e rivoluzionari di sempre.

Si tratta dell’abito grazie al quale è nato Google Immagini! Jennifer lo indossò nel febbraio del 2000 e lo indossò nuovamente 20 anni dopo, come possiamo vedere in questa immagine.

Il jungle dress di Versace ha talmente incuriosito gli utenti che Google si attivò per fornire un servizio che permettesse loro di poter visionare l’abito. E fu così che nacque Google Immagini. Rivoluzionario, non c’è che dire.

Quale brand ha avuto la capacità di rendere attuale, frizzante e leggero un colore così opulento come l’oro? Versace, naturalmente! Che con le commistione tra contemporaneità e gusto barocco, non sbaglia mai un colpo.

Se c’è un evento in cui Donatella Versace da il meglio di sé in quanto a creatività quello è sicuramente il Met Gala. Lo abbiamo visto con l’abito indossato proprio dal lei nel 2019 e possiamo ammirarlo anche nel Met Gala del 2018, con questa maestosa creazione indossata dalla splendida Blake Lively.

Carla, Claudia, Naomi, Cindy, Helena, 4 nomi, 4 top model che hanno contribuito a portare il marchio Versace nell’Olimpo della moda. Tutte diverse e tutte accomunate da una spiccata personalità oltre che da un fisico mozzafiato le 4 divine hanno omaggiato Gianni Versace in una sfilata nel 2017 fortemente voluta da Donatella. Il risultato? Un successo planetario.

Ed ecco alcune di loro in una sfilata del 1991. Il total black raffinato e al contempo supersexy è stato ed è uno dei simboli assoluti di un brand che ha sempre anticipato le tendenze.

Total black amatissimo da Donatella stessa che ama indossarlo da sempre. Oggi opta soprattutto per tailleur dal taglio maschile e jumpsuit aderenti alla Catwoman.

Eccone un esempio perfetto indossato in occasione della copertina di Vogue Italia.

Ed ecco Donatella Versace da giovane in un’immagine col fratello Gianni in cui si evince la sua passione senza tempo per il nero.

Ma visto che Donatella ama i contrasti non può che amare anche la sua controparte naturale, ovvero il colore acromatico per eccellenza, il bianco.

Così come i colori vibranti e accesi che sono protagonisti assoluti delle sue collezioni. Come questo bellissimo abito fucsia con maniche drappeggiate, cristalli rosa e giochi di volume.

L’amore per queste cromie così vitali e accese si evince anche da molti dei suoi abiti da red carpet. Questo luminoso abito giallo ne è un esempio assoluto.

SpinkUp Tips

Donatella Versace opinioni e considerazioni finali

Versace Donatella: un cognome simbolo di un impero della moda e un nome che da solo, viene associato immediatamente ad un’icona contemporanea.

Donatella ha saputo evolversi assieme alle sue collezioni, senza mai cambiare però lo spirito e l’essenza che muovono le sue creazioni e la sua personalità. Una donna forte, tenace, ribelle, colta che ancora oggi non ha alcuna paura di rischiare. Perché come lei stessa ha ammesso: “A me piace rischiare nella vita. Lo vedo come un lato molto istruttivo”.