Categorie
Empowerment

Greta Thunberg: storia dell’attivista simbolo mondiale dell’ambientalismo giovanile

Simbolo dell’attivismo giovanile, Greta Thumberg è il giovane esempio di come si possa combattere per i propri ideali: ecco la sua storia.

“Voglio che vi comportiate come se la casa fosse in fiamme, perché lo è”. Spinkers, questa frase vi è familiare non è vero? È una delle citazioni simbolo di una giovane donna che con le sue battaglie per il clima ha mobilitato un’intera generazione e attirato l’attenzione di tutta l’opinione pubblica.

Parliamo ovviamente di Greta Thunberg e del suo Fridays For Future. Ma cosa c’è alla base del successo del fenomeno Greta? Qual è la sua storia? Ecco tutto quello che c’è da sapere su Greta Thunberg!

Era il 2008 quando una giovane quattordicenne svedese con in mano un cartellone che recitava “sciopero scolastico per il clima”, a Stoccolma, diede inizio a un fenomeno culturale chiamato Fridays For Future.

Un fenomeno che oggi, 3 anni dopo è diventato un vero e proprio movimento di dimensioni globali. La quattordicenne fautrice di questo movimento risponde al nome di Greta Thunberg.

Di lei all’inizio non si sa molto. La giovane Greta è una ragazza idealista, con un grande sogno avallato anche dai suoi genitori. Figlia di due artisti, la made è una famosa cantante d’opera, il padre è un attore, Greta ha sempre coinvolto la sua famiglia nelle sue battaglie ecologiste e insieme hanno anche scritto un libro a 6 mani.

Un dettaglio della sua vita privata farà presto il giro del mondo. “Greta Thunberg malattia” diventa una delle ricerche più intense sui motori di ricerca. Di quale malattia si tratta? La sindrome di Asperger, malattia di cui Greta si è fatta fiera paladina e che non le ha impedito di portare avanti la sua grande battaglia.

Ambientalismo giovanile di che si tratta

Una battaglia ambientalista che pone al centro la lotta contro i cambiamenti climatici e la preservazione della terra e dei suoi essere viventi.

Tutto questo prende il nome di Fridays For Futures un movimento atto mobilitare l’opinione pubblica su queste tematiche attraverso scioperi globali e nazionali organizzati di venerdì, proprio il giorno in cui una piccola Greta quattordicenne decise di iniziare a scioperare a Stoccolma, nel 2018.

Greta Thunberg simbolo dell’attivismo giovanile

E dal 2018 ad oggi cosa è cambiato? In soli 3 anni si è assistito a un grande mutamento di questo sciopero scolastico che da iniziativa personale in solitaria si è trasformato in un fenomeno di massa globale.

Cercando “Greta Thunberg discorsi” ci si rende conto che le parole di questa giovane attivista hanno fatto davvero il giro del mondo e sono diventate veri e propri moniti per i potenti della terra.

Come non ricordare la vera e propria sfida a colpi di parole e sguardi tra Greta e l’allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump, in occasione dell’Assemblea Mondiale sul Clima al palazzo di vetro dell’Onu, a New York?
L’espressione di Greta alla vista di un presidente poco incline alla risoluzione dei problemi ambientali è diventata la gif dell’anno. il disprezzo di questa giovane attivista nei confronti di chi avrebbe avuto il potere di cambiare davvero le sorti del pianeta con politiche ambientali mirate, risultò talmente palese da fare il giro del mondo.

Accolta dal pontefice in udienza privata, presente col suo iconico speech al Forum Economico Mondiale di Davos e data per favorita per il Nobel per la Pace 2021 (assegnato invece ai giornalisti Maria Ressa e a Dmitry Muratov) la piccola Greta oggi è diventata una diciottenne simbolo di una delle battaglie più importanti del nostro secolo.