Categorie
Skincare

Psicodermatologia: il benessere della pelle passa anche dall’umore

La psicodermatologia permette di risolvere problematiche dermatologiche connesse con la sfera psicologica e/o emotiva: ecco di che si tratta.

CiaoSpinkers! Sapete che il benessere della nostra pelle passa anche dal nostro umore? Non a caso ultimamente si è sviluppata una nuova frontiera della medicina che prende il nome di psicodermatologia.

L’etimologia è di facile comprensione, ma in cosa consiste in concreto questa innovativa branca medica? Lo scopriamo subito!

In un’epoca storica frenetica e stressante come quella attuale, non è raro trovare situazioni cliniche in cui una grande varietà di problematiche dermatologiche sono connesse con la dimensione psicologica e/o emotiva del paziente.

Parliamo di veri e propri disturbi psicocutanei, ovvero di eruzioni cutanee e in generale, disturbi dermatologici derivanti da stress, ansia, tensione, depressione e tutta quella serie di problematiche che minano il benessere mentale.

Come nasce la psicodermatologia

Proprio per contrastare questi problemi e dare una risposta esaustiva e una cura mirata a chi soffre di disturbi psicocutanei è nata, in questi ultimi anni, la psicodermatologia.

Come abbiamo accennato nell’incipit del nostro articolo, la psicodermatologia è una nuova branca medica che focalizza i suoi studi e le sue ricerche sull’interazione tra epidermide e mente.

Da questa interazione infatti scaturiscono tutta una serie di problematiche anch’esse oggetto di studio di questa innovativa frontiera della medicina.

Psicodermatologia in cosa consiste

Osho affermava: “Tu non sei corpo e mente, sei corpomente” e questa è la medesima filosofia alla base della psicodermatologia. In sostanza questa disciplina studia le connessioni tra l’interno del nostro corpo e l’esterno, ovvero la nostra pelle.

Poiché è proprio nell’interazione tra queste due parti del nostro corpo che può essere trovata la causa e di conseguenza la cura, di tutta una serie di disturbi che possono essere valutati solo se si comprende il contesto psicosociale nel quale si sono manifestati.

Ad esempio, un forte stress dovuto a una condizione lavorativa difficile come ad esempio a situazioni di mobbing, può rappresentare la miccia di un’eruzione cutanea importante, che non può che essere trattata con un approccio multidisciplinare.

La combinazione tra psichiatria e dermatologia è proprio l’approccio di cui si ha bisogno in questi casi ed è per questo che si è trasformato in vera e propria branca a parte: la psicodermatologia.

Quando sfruttare la psicodermatologia

Affidarsi a questa disciplina è utile in tutti quei casi in cui lo stress psicofisico, le tensioni quotidiane condizionano la nostra vita a tal punto da condizionare anche la nostra immagine e la salute della nostra pelle.

Tra i disturbi dermatologici più comuni legati alla sfera psichica troviamo:

E tutta una serie di altri disturbi, più o meno gravi, che possono minare la nostra autostima, ma che fortunatamente possono essere curati grazie alla psicodermatologia. E a questo proposito vediamo nel dettaglio in cosa consiste la psicologia psicosomatica.

Psicodermatologia di che si tratta
Psicodermatologia di che si tratta – Fonte: IStock

Principi di psicodermatologia psicosomatica

Come ben sappiamo, la medicina psicosomatica studia l’interazione tra stress, depressione e dolore psicogeno. La psicodermatologia si collega proprio a questo discorso, è infatti una branca della medicina psicosomatica, per questo è conosciuta anche come psicodermatologia psicosomatica.

Essa divide i disturbi oggetto del suo studio in 4 macroaree.

  • psicofisiologici
  • psichiatrici primari
  • psichiatrici secondari
  • sensoriali cutanei

Proprio questi ultimi sono associati a problemi relativi allo stress e a tutta una serie di stati che non riguardano direttamente la sfera mentale, ma che sono enormemente condizionati da particolari stati emotivi. In particolare oggi parleremo di:

Psicodermatologia acne

L’acne colpisce indistintamente uomini e donne di tutte le età. Certo, durante l’adolescenza è molto più come e data la fragilità emotiva dei soggetti colpiti a quell’età, può influenzare ancora di più il benessere mentale.

La psicodermatologia acne mira proprio ad aiutare questi pazienti in un percorso alla scoperta dei fattori endogeni ed esogeni che hanno portato alla comparsa di questa infiammazione cronica della pelle.

Psicodermatologia psoriasis

Stesso discorso vale per la psoriasi. Meno comune dell’infiammazione da acne, la psoriasi è strettamente legata a condizioni di stress. La connessione tra disagio psicologico e psoriasi è al centro della psicodermatologia psoriasis che aiuta i pazienti affetti da questa fastidiosa e spesso invalidante condizione cutanea a riprendere in mano, con serenità, la propria vita.

Come? Indagando le cause profonde che hanno portato alla comparsa del disturbo e optando per il trattamento migliore per combatterlo.

Psicodermatologia vitiligo

Grazie anche a celeb del calibro di Willie Harlow e Kasia Smutniak, la vitiligine è sempre più accettata, soprattutto dalle donne, che non si sentono più in dovere di nascondere i segni tipici della depigmentazione relativa a quella malattia autoimmune.

La psicodermatologia vitiligo contribuisce ad aiutare migliaia di persone affette da questo disturbo, analizzando in particolare, sia le manifestazioni psichiatriche che quelle dermatologiche e soffermandosi sull’interazione tra esse.

Benefici e vantaggi psicodermatologia

Come abbiamo avuto modo di capire, i benefici della psicodermatologia sono legati proprio al cuore di questa disciplina, ovvero allo studio della connessione tra interno ed esterno del nostro corpo.

Il dolore psicosomatico infatti trova nella psicodermatologia, analisi e trattamenti volti a ristabilire il benessere psicofisico attraverso, ad esempio, pratiche di mindfulness e non solo.

Psicodermatologia terapia: funziona davvero?

Le terapie relative alla psicodermatologia sono tutte incentrate sul legame mente-pelle e tutte studiate per permettere al paziente di poter gestire al meglio i disturbi psicodermatologici.

L’obiettivo finale? Ritrovare l’autostima e la fiducia in se stessi, che spesso, a causa dei disturbi dermatologici scaturiti da particolari condizioni emotive, si perdono.

L’approccio multidisciplinare che comprende discipline come la psichiatria, la dermatologia e la psicologia è ciò che rende questa innovativa branca medica così apprezzata dai pazienti che hanno scelto di affidarvisi.

SpinkUp Tips

Psicodermatologia opinioni e considerazioni finali


Per tutti questi motivi se anche voi sentite che i vostri problemi dermatologici stanno minando la vostra serenità mentale, vi consigliamo di chiedere informazioni al vostro medico di fiducia sulla psicodermatologia.

Potrebbe rappresentare un’ottima soluzione per indagare le cause profonde delle vostre peculiari condizioni epidermiche e supportarvi nella rinnovata fiducia in voi stesse!

Ricordiamo sempre che occuparsi del proprio benessere psicofisico è fondamentale per vivere appieno la propria vita di tutti i giorni e sentirsi motivate e grintose per affrontare il mondo a testa alta!