Categorie
Wellness

Meditazione: come ritrovare il benessere psicofisico, ritagliandosi del tempo per sé

La meditazione permette di acquisire maggiore consapevolezza in sé stessi, riducendo lo stress. Ecco come praticarla e beneficiare degli innumerevoli effetti positivi.

La meditazione, questa sconosciuta: se ne sente tanto parlare al bar, in tv, sulle riviste, ma, alla fine, cosa sia e come funzioni non è mai chiaro a nessuno.

La meditazione potrebbe essere uno dei principali regali a sé stessi, una coccola, un volersi bene più nel profondo. 

Perché, effettivamente, sono proprio le corde più profonde dell’essere che si vanno a far vibrare, proprio con la meditazione.

Non tutti sono portati…certamente! C’è chi preferisce svuotare la mente tirando calci e pugni contro un sacco, o pedalando a più non posso. Ottime strategie, ma l’idea di provare a non pensare, usando di più la mente, potrebbe essere la contraddizione vincente.

A cosa serve la meditazione

La meditazione spesso viene praticata per curare un sintomo preciso, consigliata anche dai terapeuti: altrettanto spesso è un percorso che si inizia un pò inconsciamente, sebbene non sia chiaro dove finisca per condurre.

In ogni caso, avvicinarsi alla meditazione è una piccola spinta verso una maggiore consapevolezza delle possibilità del proprio fisico e della mente.

L'utilità della meditazione può essere così sintetizzata: imparare ad essere più consapevoli, prendendo atto delle nostre potenzialità nascoste. Trasformare i limiti in occasioni e sentirsi maggiormente padroni della propria vita e non in balia della stessa.

Che si renda la meditazione uno stile di vita, o banalmente una pratica solo saltuaria, sicuramente, non c’è nulla da perdere, ma solo da guadagnare.

Quando praticare la meditazione

Quando Quando Quando…

Circa quando praticare meditazione esistono numerose scuole di pensiero: nessuno tuttavia può stabilire a priori quale sia la tecnica più utile o il momento migliore per praticarla. Ognuno deve “ritagliarsi” il proprio momento.

Chi è mattiniero potrebbe trovare beneficio nel meditare la mattina all’alba per iniziare una giornata carico di positività e già con un focus preciso: altri invece prediligono praticare la meditazione serale.

Per sciogliere lo stress dopo una lunga giornata, meditare la sera prima di andare a letto, assicura una notte più tranquilla e serena o… per lo meno con meno incubi…

L’importante è che la meditazione sia sentita e praticata unicamente per sé stessi.

Benefici meditazione

Sicuramente la meditazione agisce sul cuore e sul sistema vascolare: studi dimostrano che chi medita quotidianamente è sensibilmente meno sottoposto al rischio di ictus o patologie cardiovascolari.

Molti utilizzano la meditazione per combattere l’insonnia, gli stati d’ansia, o per ridurre la frequenza degli attacchi di panico, giusto per citare un banale esempio.

Gli effetti positivi, infatti, si riscontrano nell’umore e nella maggiore capacità di rilassarsi. Si impara ad arginare lo stress con più facilità, senza esserne vittime inconsapevoli.

Comporta inoltre un miglior dispendio delle energie psico-fisiche, in quanto permette di canalizzare e dosare le forze in un modo tutto nuovo, sicuramente più consapevole e ragionato.

Tecniche di meditazione
Tecniche di meditazione – Fonte: IStock