Categorie
Nails

Fresa per unghie: come si utilizza e migliori dispositivi per chi è alle prime armi!

La fresa per unghie è il dispositivo ideale per accorciare i tempi della manicure così come della ricostruzione in gel: ecco quale scegliere e come utilizzarla.

Hello Spinkers! Avete già visto le tendenze unghie per l’autunno inverno 2021? Le nail art fluo e pastello dovranno cedere il passo ai colori della terra tipici del periodo.

Come siete solite preferire le unghie? Sia che siate team ricostruzione in salone, sia gel fai da te, lo strumento indispensabile per una buona riuscita è la fresa per unghie.

La fresa per unghie è un dispositivo che svolge la medesima funzione della lima: è elettrico o ricaricabile ed è dotato di diverse testine che svolgono funzioni differenti.

La fresa è composta da un corpo centrale e da un manipolo che ricorda la forma di una penna. Esistono diverse tipologie di frese: più elevato è il numero di giri che la testina può effettuare, più risulta performante. 

Le testine possono essere in carbonio, diamante o metallo: spesso vengono applicati anche dei coni di carta vetrata di diverse dimensioni. 

Fresa per unghie a cosa serve

La fresa per unghie serve per ridurre in maniera significativa i tempi della ricostruzione: infatti, utilizzandola è possibile limare le unghie in tempi relativamente ridotti, poiché l’azione è meccanica e non solo manuale. 

Generalmente la fresa viene utilizzata per rimuovere il gel ricostruzione, lo smalto semipermanente, per limare, accorciare e dare forma alle unghie e anche per sistemare la bombatura. 

Esistono testine adatte a spingere le cuticole, rimuovere le pellicine, opacizzare le unghie e prepararle per l'applicazione del gel, queste punte sono più delicate rispetto a quelle che si utilizzano per la limatura.

Come usare la fresa per unghie

Parola d’ordine delicatezza: usare la fresa non è complicato, ma prima di iniziare bisogna imparare a non esercitare troppa pressione per evitare di creare solchi sull’unghia e rompere il letto ungueale, provocando così danni irrimediabili.

Il primo step è quello che riguarda la rimozione del primo strato di gel: con l’apposita punta basterà appoggiare la fresa con movimenti circolari, e il colore verrà via.

In questo caso è fondamentale non insistere troppo sulla stessa zona per non creare calore che renderebbe dolorosa l’operazione.

La punta dotata di una piccola sfera metallica posta all’estremità, si utilizza per rimuovere le cuticole: anche in questo caso bisogna lavorare delicatamente per non ledere la zona.

L’operazione più semplice è quella che accorcia e da la forma all’unghia: in questo caso ci si appoggia con il cono della fresa sul margine libero e si procede con la forma desiderata.

Fresa unghie ricostruzione gel
Fresa unghie ricostruzione gel – Fonte: IStock