Categorie
Capelli

Extension: quando applicarle e come preservare al meglio la chioma [Migliori prodotti]

Le extension capelli permettono di arricchire la chioma in termini di volume e lunghezze: ecco come si applicano e quali ne sono vantaggi e svantaggi.

Hola Spinkers! Oggi parliamo di extension: un breve viaggio tra le diverse varianti per trovare la soluzione perfetta al proprio caso.

Prima di scendere nel dettaglio e specificare quali sono le differenti tipologie di extension, occorre capire esattamente di cosa si tratta.

Le extension sono ciocche di capelliveri  o sintetici – che si applicano alla propria chioma per ottenere in tempo zero volume e lunghezze.

In commercio esistono moltissime soluzioni: ognuna di esse con pro e contro che variano dalla provenienza del capello, al prezzo del trattamento, o al mantenimento e cura dell’acconciatura.

A seconda della lunghezza del proprio capello naturale è necessario preferire una o un’altra lavorazione che permetta di nascondere l’applicazione della ciocca aggiuntiva.

Un altro elemento da considerare è la struttura del proprio capello: se sopporta la pressione con la colla o se è preferibile utilizzare altri metodi come le clip o il biadesivo.

Extension capelli tipologie

Le extension per capelli possono essere realizzate con capelli veri o sintetici.

Nel caso di capelli veri solitamente, la versione più economica arriva dall’India dove la vendita dei capelli ha un mercato piuttosto florido poiché nel paese dei mille colori, le donne si tagliano i capelli come gesto simbolico e come dono alla divinità del proprio culto.

In Europa l’usanza è meno diffusa per diverse ragioni: da un lato non vi è la presenza di un credo tanto restrittivo, e dall’altro la donna europea è più solita utilizzare agenti chimici per definire e modificare il colore, e come conseguenza fatica a rendere la chioma rigogliosa e setosa come la popolazione indiana.

Extension clip

Le extension a clip sono composte da ciocche piuttosto folte e si applicano ai propri capelli utilizzando dei piccoli pettini.
La soluzione è temporanea e si presta a risolvere il dilemma di chi vuole allungare i capelli per un periodo di tempo medio breve.

La soluzione a clip è piuttosto rapida e poco costosa, in commercio ci sono ciocche già pronte da applicare anche in totale autonomia, e l’utilizzo è perfetto per creare raccolti pieni e strutturati.

Solitamente per l’applicaziona a clip si utilizzano capelli sintetici senza dare troppa importanza alla tonalità del colore poiché l’aggiunta andrà ad integrare una pettinatura raccolta senza stacchi cromatici eccessivamente evidenti.

Extension microring

La tecnica microring è la meno utilizzata tra tutte le soluzioni possibili per extension capelli veri. 

Si tratta di aggiungere piccole ciocche legate ai capelli naturali utilizzando anellini metallici.

Il trattamento è lungo e laborioso, deve essere effettuato da una professionista e come punto a sfavore incontra la ricrescita che con l’allungamento del capello, tende ad evidenziare l’aggiunta e vanificare l’applicazione.

Il microring è perfetto con extension capelli veri dato che permette di uniformare il colore e offrire una soluzione a medio lungo termine.

Extension tessitura

L’evoluzione della tecnica microring è la tessitura, una pratica piuttosto meticolosa e bisognosa di massima attenzione, ecco perchè serve rivolgersi a professioniste del settore ed evitare il fai da te.

La tessitura consiste nel cucire ciocche di capelli direttamente sui capelli naturali, utilizzando come base una treccina orizzontale alla quale agganciare i punti.

Per quanto riguarda i costi, il tutto dipende dalla lunghezza dei propri capelli e dal numero di aggiunte, tuttavia visto il tempo impiegato, tale trattamento in genere prevede un costo elevato ma ben proporzionato al risultato finale.

Extension per capelli tipologie
Extension per capelli tipologie – Fonte: IStock