Categorie
Benessere

Dieta Meta: in  cosa consiste, benefici e quando seguire il regime alimentare

La dieta meta è l’ideale per chi pratica sport a livello agonistico e deve tenere sotto controllo le percentuali di massa grassa e magra. Ecco come prendere spunto per eliminare quei fastidiosi chili di troppo!

Hola Spinkers! La dieta meta è la soluzione per perdere peso qui e subito e non solo. Forza, difese immunitarie e umore: ecco tutto quello che c’è da sapere sul regime alimentare più in voga del momento.

La dieta meta è un regime alimentare dove meta è il diminutivo di metabolica.

Si basa su un principio molto semplice: l’alternanza tra periodi con alto contenuto di grassi e carboidrati normali ad altri con carboidrati quasi azzerati.

Ancora una volta è l’America che nel lontano anno 2000 mostra al mondo quanto messo a punto dal medico canadese con origini italiane: Dott. Mauro di Pasquale.

La dieta metabolica funziona soprattutto nel breve periodo grazie alla rapida perdita di massa grassa che permette, soltanto guardandosi allo specchio, di ammirare le fatiche subito ripagate. 

Il valore aggiunto della dieta supermetabolica – altro nome utilizzato come sinonimo – è rappresentato da un miglioramento dell’umore, incremento delle difese immunitarie e una forza fisica ritrovata.

Caratteristiche dieta meta

Il punto di forza della dieta meta è l’alternanza ciclica tra momenti in cui serve fare il pieno di energia attraverso i carboidrati e altri in cui occorre “addestrare” il corpo a bruciare i grassi senza sfruttare la soluzione carbo.

Il bilanciamento della funzione brucia grassi è garantita dalla diversificazione dei periodi: la fase a basso carbo è molto più lunga rispetto ai periodi in cui si introducono quantità normali, in una sorta di ciclicità continuata e continuativa.

Nel medio e lungo periodo, questo continuo cambiamento insegna al nostro organismo ad utilizzare i grassi per produrre energia e rendere i carboidrati come sostanze di scorta, così facendo si eliminano tutti i cuscinetti prima di intaccare la massa magra.

Dieta meta benefici
Dieta meta benefici – Fonte: IStock

Dieta meta come funziona

Banditi calcolo astrusi, eliminata la bilancia per pesature alimenti fisse e inamovibili.
La dieta meta si divide in due periodi: 

  • Fase uno. Dalla durata di 12 giorni. Carboidrati pari a 30 gr giornalieri, proteine al 40-50% e grassi insaturi (pesce azzurro e frutta secca) al 60% delle calorie giornaliere.
  • Fase due. Dalla durata di 2 giorni. Carboidrati tra il 35-60%, grassi 20-40% e proteine tra il 15-30% delle calorie giornaliere.

La descrizione dei due periodi offre un’ampia panoramica per comprendere quanto sia importante il rispetto del periodo per riformulare il funzionamento dell’organismo.

Dieta meta alimenti

Gli alimenti da prendere in considerazione e scegliere con cura riguardano la sola fase uno, poiché nella seconda fase sono concessi tutti, con parsimonia evitando dolci, zuccheri ed eccessi in generale. 

Gli alimenti concessi della fase uno sono: 

  • Uova (2-3 alla settimana)
  • Sgombro
  • Tonno
  • Salmone
  • salumi
  • formaggi grassi e/o stagionati 
  • yogurt da latte intero.

I carboidrati seppur concessi in piccole quantità devono rispettare alcuni requisiti, i cibi concessi sono:

  • Cereali integrali
  • Muesli 
  • Biscotti integrali
  • Fette biscottate integrali

L’organizzazione è molto semplice, basta impostare una dieta metabolica settimanale e il gioco è fatto!

Dieta metabolica schema

Per semplificare occorre utilizzare uno schema così da sapere sempre in ogni momento in fase della dieta meta si sta affrontando: 

  • Giorno 1-12: normocalorica a ridotto contenuto di carboidrati considerando gli alimenti concessi.
  • Giorno 13-14: dieta classica – perfetta la mediterranea.
  • Giorno 15-26: normocalorica a ridotto contenuto di carboidrati considerando gli alimenti concessi.
  • Giorno 27-28: dieta classica.
  • Giorno 29-34: ipocalorica a ridotto contenuto di carboidrati considerando gli alimenti concessi.
  • Giorno 35: dieta classica.

Dieta metabolica menù settimanale

La dieta metabolica esempio settimanale permette di avere un’idea più chiara che si allontani dal dubbio di sforare le percentuali alla certezza di quanto si porta in tavola.

Lunedì

  • Colazione: Uova + 3 fette biscottate integrali
  • Pranzo: Petto di pollo alla griglia + finocchi bolliti conditi con olio EVO 
  • Cena: Salmone + zucchine condite con olio EVO
  • Spuntino (metà mattina o pomeriggio): ½ mela

Martedì

  • Colazione: Yogurt al latte intero + 45 gr di All Bran (o simili)
  • Pranzo: Sgombro + radicchio conditi con olio EVO
  • Cena: Insalatona con prosciutto cotto + una manciata di frutta secca condita con olio EVO
  • Spuntino (metà mattina o pomeriggio): 5 mandorle e 3 noci

Mercoledì

  • Colazione: Bresaola + 3 fette biscottate integrali
  • Pranzo: Frittata di zucchine
  • Cena: Finocchi e carote in pinzimonio con sardine 
  • Spuntino (metà mattina o pomeriggio): Grana

Giovedì

  • Colazione: Uova + 3 fette biscottate integrali
  • Pranzo: Petto di pollo alla griglia + finocchi bolliti conditi con olio EVO 
  • Cena: Salmone + zucchine condite con olio EVO
  • Spuntino (metà mattina o pomeriggio): ½ mela

Venerdì

  • Colazione: Yogurt al latte intero + 45 gr di All Bran (o simili)
  • Pranzo: Sgombro + radicchio conditi con olio EVO
  • Cena: Insalatona con prosciutto cotto + una manciata di frutta secca condita con olio EVO
  • Spuntino (metà mattina o pomeriggio): 5 mandorle e 3 noci

Sabato

  • Colazione: Bresaola + 3 fette biscottate integrali
  • Pranzo: Frittata di zucchine
  • Cena: Finocchi e carote in pinzimonio con sardine 
  • Spuntino (metà mattina o pomeriggio): Grana

Domenica

  • Colazione: Uova + 3 fette biscottate integrali
  • Pranzo: Petto di pollo alla griglia + finocchi bolliti conditi con olio EVO 
  • Cena: Salmone + zucchine condite con olio EVO
  • Spuntino (metà mattina o pomeriggio): ½ mela

Quando ricorrere alla dieta meta

La dieta metabolica è da utilizzare solo quando l’obiettivo principale si discosta dalla pura e semplice perdita di peso. 

Questa particolare alimentazione è perfetta per atleti e bodybuilder che vogliono perdere peso preservando la massa magra e senza intaccare in alcun modo il muscolo faticosamente costruito. 

Per chi invece deve “solo” perdere peso ecco che, nonostante la dieta offra risultati pressoché immediati, si dimostra eccessivamente restrittiva per chi fatica a seguire le regole e aggiungere l’attività fisica in maniera costante.

Dieta metabolica benefici e controindicazioni

Il fatto di intaccare quasi esclusivamente la massa grassa non significa che la dieta meta sia salutare e adatta a tutti. 

I carboidrati infatti, permettono all’organismo di tenere sotto controllo diversi elementi tra cui: stanchezza, alitosi e sensazione di vomito.

Il tutto si lega oltre che alla quasi assenza di carboidrati anche alla bassissima quantità di sali minerali introdotti nell’organismo.

Occorre dunque prestare la massima attenzione e seguire il particolare regime alimentare sotto stretto controllo medico.

Dieta metabolica: migliori integratori da associare al regime alimentare

I sali minerali sono parte integrante della nostra sensazione di forza e vitalità, se carenti serve integrarli: MASSIGEN® Pronto Recupero Zero Zuccheri

Un concentrato di essenze naturali capace di ripristinare l’equilibrio al termine di un’intensa attività sportiva, ancora di più se si segue il regime della dieta meta: Jarmor Keto Diet.

L’integratore a base di Omega 3 permette di mantenere intatte le funzioni celebrali che potrebbero essere carenti laddove l’alimentazione possa apparire squilibrata: Swisse Omega 3 Contentrato

L’olio di cocco favorisce l’entrata nella fase di chetosi che corrisponde al momento in cui il corpo inizia a bruciare grassi al posto dell’energia fornita dai carboidrati: Longlife Olio Di Cocco

L’integratore Longlife Spirulina Bio permette l’assimilazione più rapida di vitamine e sali minerali, così da evitare che vengano disperse ed espulse dall’organismo, una soluzione pratica ed efficace.

Dieta meta funziona davvero?

La dieta meta funziona esattamente come tutti gli altri regimi alimentari se accompagnata da un deficit calorico con la differenza che in questo caso, così come nella dieta chetogenica, i risultati sono molto più rapidi e immediati. 

Restrittiva, forse in maniera eccessiva, la dieta meta obbliga chi la segue al rispetto maniacale delle percentuali che si traduce nella possibilità di mangiare solo gli elementi consentiti nella fase uno ed evitare di ingurgitare quantità assurde di carboidrati nella fase due. 

Il cervello infatti, entrerà in una sorta di “fase astinenza” che invierà segnali di richiamo verso un qualsivoglia carboidrato. Serve evitare il cedimento, tenendo ben presente il risultato.

SpinkUp Tips

Dieta meta opinioni e considerazioni finali

La dieta meta è un perfetto compromesso per raggiungere risultati immediati e nel breve periodo, ancora di più se si praticano discipline sportive che scelgono di mettere in evidenza alcune specifiche fasce muscolari

L’idea di seguire la dieta meta fatta in casa è da sconsigliare in qualsiasi situazione e momento poiché la scrupolosa attenzione da riporre nella quantità dei carboidrati deve essere al limite del maniacale. 

La dieta meta è una soluzione perfetta per eliminare quei chili che restano incatenati alle cosce…Spinker cosa aspetti? Cerca un professionista medico vicino a te!