Categorie
Benessere

Dieta funzionale: in cosa consiste, benefici e controindicazioni

La dieta funzionale non è un regime alimentare privativo o particolarmente restrittivo ma verte su una corretta combinazione degli alimenti: ecco di che si tratta e quali ne sono benefici e vantaggi.

Hi Spinkers! Avete mai sentito parlare di dieta funzionale?

Assolutamente lontana dalle diete privative, la dieta funzionale è un regime alimentare che aumenta le difese immunitarie e ci mantiene in forma grazie a specifiche combinazioni tra alimenti. Ecco in cosa consiste nello specifico e alcune ricette sfiziose da provare.

Dieta funzionale di che si tratta


Gli alimenti sono fonti preziose di benessere e la combinazioni tra alcuni di essi può dare grandi benefici al nostro corpo. È questa la filosofia alla base della dieta funzionale, una dieta che date le tante ricerche in rete sul tema (dieta funzionale schema, dieta funzionale esempi, dieta funzionale libro, dieta funzionale farnetti) sta evidentemente riscontrando tanta curiosità, soprattutto in rete.

Ma perché c’è così grande attenzione nei confronti di questo regime alimentare? I motivi sono tanti e sono tutti relativi alle sue caratteristiche peculiari. In primis c’è sicuramente il fatto che non si tratta di una dieta privativa e questo solleva moltissimi di noi.

Ma la caratteristica principale è proprio il fatto che si basi su alimenti funzionali ovvero a una serie di cibi altamente nutrienti e associati a una serie di potenti benefici per la salute. Ma vediamo concretamente tutti i dettagli della dieta funzionale.

Caratteristiche dieta funzionale

Se vi capita spesso di leggere articoli su scienza e salute, allora vi sarà sicuramente capitato di sentir parlare di dieta funzionale. È un trend in crescita e l’attenzione verso i suoi vantaggi è molto alta. Come ben sappiamo in natura esistono alimenti che hanno uno specifico valore nutrizionale.

Alcuni alimenti oltre a questi valori nutrizionali di base sono anche ricchi di minerali, fibre, antiossidanti, tutti elementi che aiutano a proteggere il corpo da infiammazioni e malattie. Proprio partendo da questi cibi funzionali è stata ideata la dieta funzionale.

Promotrice di questo regime alimentare è la Dottoressa Sara Farnetti, specialista in Medicina Interna Ph.D. in Fisiopatologia del Metabolismo e della Nutrizione, che ha ideato questa dieta basandosi sulla combinazione tra alcuni alimenti specifici e sul loro potenziale.

Secondo la dottoressa Farnetti il corretto abbinamento dei nutrienti manterrebbe in equilibrio il nostro organismo e aiuterebbe a perdere peso e a ridurre malattie e infiammazioni.

Dieta funzionale benefici

La giusta combinazione dei cibi apporterebbe diversi benefici al nostro corpo. Tra quelli poc’anzi citati troviamo:

  • Riduzione delle infiammazioni;
  • Equilibrio dell’organismo;
  • Perdita di peso;
  • Riduzione delle malattie.

Tra i vantaggi che non abbiamo ancora menzionato troviamo invece:

  • Aumento difese immunitarie;
  • Prevenzione delle carenze nutrizionali;
  • Assunzione di alimenti sani;
  • Non è una dieta privativa.

Tutte caratteristiche che la rendono molto interessante e che l’hanno inserita nella lista delle diete più virali in rete. Ecco perché vogliamo darvi un quadro più esplicativo possibile, ma ricordarvi di rivolgervi sempre al vostro medico di fiducia per capire se è un regime adatto alle vostre esigenze.

Quando seguire la dieta funzionale

Proprio per questi motivi non possiamo dirvi quando seguire la dieta funzionale, perché solo il vostro medico può darvi una risposta adeguata a questa domanda.

Possiamo però affermare che questa dieta è particolarmente indicata per chi ha basse difese immunitarie e carenze nutrizionali e vuole adottare un regime nutrizionale non privativo basato sulla sinergia di alimenti che offrono benefici per la salute e che sono alla base di tanti piatti salutari sì, ma anche super golosi.

E se vi state chiedendo quali siano questi piatti, allora continuate a leggere l’articolo perché abbiamo in serbo per voi alcune ricette davvero sfiziose da provare!

Alimenti consentiti dalla dieta funzionale


Come abbiamo anticipato la dieta funzionale non è una dieta privativa quindi non troviamo una lista di alimenti vietati e alimenti consentiti. Sicuramente tra gli alimenti da privilegiare troviamo:

  • Frutta fresca
  • Frutta secca
  • Legumi
  • Ortaggi
  • Semi
  • Verdure
  • Pesce
  • Cereali integrali
  • Alimenti fermentati

Tutti cibi funzionali che combinati insieme, nella maniera corretta, favoriscono la riduzione delle sostanze infiammatorie causate dall’aumento del tessuto adiposo.

Non si eliminano dunque i cibi, ma si combinano nella maniera corretta per nutrire il corpo in maniera sana e perdere peso nel modo giusto, senza privazioni.

Dieta funzionale schema

Colazione, spuntino, pranzo, merenda, cena: sono questi i pasti principali della giornata e i pasti principali su cui si basa anche la dieta funzionale. In ognuno di questi momenti della giornata devono essere consumati cibi che abbiamo il giusto mix di proteine, carboidrati e grassi.

Ad esempio sarebbe meglio evitare di coniugare frutta e carboidrati per evitare una sovrabbondanza di zuccheri. Sì invece alla combinazione verdure di stagione e pasta, meglio se integrale, e anche a cena. E che dire dei condimenti?

Il più prezioso è l’olio extravergine d’oliva, ricco di polifenoli e grassi salutari per il nostro organismo.

La combinazione perfetta tra cibo, ormoni e metabolismo è quindi alla base di questa alimentazione che, come possiamo vedere, non limita l’assunzione di cibi, ma lavora sulla corretta combinazione di alimenti che possono essere davvero preziosi per il nostro benessere psicofisico.

Dieta funzionale menù settimanale

Ed ecco un esempio esplicativo di menù settimanale funzionale.

  • Colazione: cominciamo dalla colazione con una pane tostato e l’immancabile olio extravergine d’oliva. Per quanto riguarda la bevanda possiamo optare per un’ottima tisana detossinante.
  • Spuntino: passiamo poi allo spuntino di metà mattina, immancabile, con un po’ di cioccolata extra fondente ricca di antiossidanti e super golosa.
  • Pranzo: per il pranzo possiamo optare per una fresca insalata mista condita con olio extravergine d’oliva e limone e accompagnata da straccetti di vitello.
  • Merenda: continuiamo con la merenda di metà pomeriggio concedendoci un bel mix di frutta secca come noci e mandorle.
  • Cena: e per concludere, passiamo alla cena con una bella frittata che possiamo accompagnare con verdure o ortaggi.

Dieta funzionale ricette


Avete l’acquolina in bocca? Allora dovete assolutamente dare un’occhiata a queste 3 ricette perfette per una dieta funzionale.

Crêpes erbe e noci

La Dottoressa Sara Farnetti, ideatrice di questa dieta propone ricette davvero golose e benefiche per il nostro organismo e noi vogliamo iniziare con le ottime crêpes alle erbe e noci. Prepararle è davvero facile.

Come affermato sul sito ufficiale della dottoressa Farnetti, basta miscelare insieme 250 grammi di farina integrale di riso con 400 ml di acqua e inserivi all’interno basilico e prezzemolo. Una volta ottenute le crêpes possiamo accompagnarle noci e pomodorini. Facili e gustose.

Pasta alla carbonara

Alzi la mano chi non ama la carbonara. Impossibile non adorarla e la dottoressa Farnetti ce la propone in una versione funzionale impeccabile. Inseriamo mezzo spicchio d’aglio e 50 grammi di pancetta in una padella con un filo d’acqua e senza olio. Scoliamo al suo interno 50 grammi di pasta e aggiungiamo un uovo e un po’ di parmigiano. Et voilà la carbonara super nutriente è pronta.

Biscotti con fiocchi d’avena

La dottoressa Farnetti li ha denominati fiori d’autunno e sono quindi perfetti per questo periodo dell’anno. Prepararli è semplicissimo. Ci serviranno noce moscata, sale e fiocchi d’avena.

Poi ci serviranno 150 g rispettivamente di: farina di castagne, farina di grano integrale e zucchero di canna integrale. 3 albumi, 120 grammi di avocado e non vi resta che impastare e gustare queste prelibatezze sane e salutari.

Dieta funzionale benefici e controindicazioni

Dei benefici della dieta funzionale abbiamo già parlato ampiamente e possiamo riassumerli in miglioramento dell’equilibrio dell’organismo che lavorando meglio, grazie alla sinergia di alimenti specifici aiuta il corpo a rimanere in salute e a perdere peso in maniera sana e senza privazioni.

Quali sono invece le controindicazioni di questa dieta? Se seguita correttamente e con il supporto di un nutrizionista o di un dietologo, non ci sono controindicazioni, si tratta infatti di un regime alimentare bilanciato.

Abolito invece il fai da te. In generale, trattandosi di una dieta che si basa sull’equilibrio di ogni pasto le controindicazioni sono solo relative al fai da te.

Senza essere seguiti da un professionista potrebbe infatti risultare non così semplice combinare in maniera mirata i diversi cibi e i diversi nutrienti e rischiare di vanificare i benefici dell’alimentazione funzionale. Ricordiamoci quindi di farci seguire da un medico o da un nutrizionista.

Dieta funzionale libro: ecco i testi più completi


Volete approfondire questo tema? Niente di meglio che immergersi nella lettura di libri che parlano proprio dei principi di questa dieta. Cominciamo dal libro scritto dalla Dottoressa Sara Farnetti in collaborazione con Michela Coppa. Risponde al nome di Ricette Funzionali ed è un manuale completo sulla dieta funzionale e sulla buona tavola.

Il principio è semplice: la prima medicina è il cibo. Da qui si parte per un excursus interessantissimo sull’alimentazione e sull’importanza di mangiare in modo sano e equilibrato. Super consigliato!

Passiamo ora a L’Alimentazione Funzionale, Diario di una Nutrizionista, il libro scritto dalla Dottoressa Sonia Negri che ci presenta una panoramica dettagliata sull’alimentazione funzionale e sui benefici che dona al nostro organismo.

Di facile lettura, scorrevole e ricco di curiosità sul tema, racchiude tante informazioni preziose sulla dieta funzionale e sulla combinazione degli alimenti.

E che dire di Alimentazione Funzionale dalla Gravidanza all’Allattamento? Un testo specifico per le future mamme scritto dalla Dottoressa Clorinda Bernardo, biologa nutrizionista, che ci accompagna in un viaggio attraverso i cibi salutari e ideali per nutristi al meglio nel periodo della gravidanza.

Non solo, all’interno del libro è possibile trovare la ripartizione dei pasti per i 9 mesi di gravidanza, un modo molto utile per imparare a strutturare il proprio regime alimentare funzionale in maniera mirata.

Continuiamo con Non chiamatela dieta, un testo di Rachele Aspesi e Lara Bellardita che ci guidano alla scoperta dei vantaggi dell’assunzione degli alimenti funzionali con una parte tutta dedicata alla mente e ai modi per disinnescare i meccanismi che ci portano ad avere abitudini alimentari sbagliate. Un libro interessante e multidisciplinare.

E concludiamo la nostra top 5 con Alimenti funzionali e dietoterapie nuove frontiere dell’alimentazione di Adriana Simone. Si tratta di un libro che facilità la distinzione tra alimenti, integratori e farmaci eliminando la confusione che spesso si cela dietro queste distinzioni e aiutando il lettore a capire al meglio come alimentarsi in maniera corretta.

SpinkUp Tips

Dieta funzionale opinioni e considerazioni finali


Alimentarsi bene, vuol dire prendersi cura del proprio corpo dall’interno e prevenire tutta una serie di problematiche e disturbi.

La dieta funzionale parte proprio da questo presupposto e lo fa mettendo in atto una combinazione di cibi atti a favorire un lavoro sinergico e benefico per il nostro organismo.

Se siete interessate all’argomento approfonditelo con i testi che vi abbiamo proposto e parlatene con il vostro medico curante, saprà spiegarvi se fa o meno al vostro caso.