Categorie
Benessere

Dieta alcalina: funziona davvero? Benefici, controindicazioni e quando ricorrere a tale regime

La dieta alcalina funziona davvero o può essere dannosa per l’organismo? Ecco cosa sapere sul regime alimentare più discusso e controverso di sempre!

Care spinkers, avete mai sentito parlare di dieta alcalina? Probabilmente sì, perché si tratta di un regime alimentare che ha come obiettivo principale quello di mantenere un livello di pH ottimale nel corpo.

Per questo motivo è una delle diete più amate da celeb del calibro di Jennifer Aniston, Gwyneth Paltrow e Kate Hudson. Ma in cosa consiste nel dettaglio? Quali sono i reali benefici e le controindicazioni? Lo scopriremo nel corso dell’articolo!

Dieta alcalina in cosa consiste

Tutto nasce con la pubblicazione nel 2010, di un libro diventato un bestseller, “Il miracolo del pH”. Scritto dal naturopata americano Robert Young che ha sostanzialmente riproposto un concetto sviluppato già nella metà del 1800.

Ovvero che la sostituzione di cibi acidi con cibi alcalini può migliorare la salute del corpo, aumentare i livelli di energia e concentrazione e aiutare a bruciare più velocemente i grassi.

In che modo? Assumendo il meno possibile cibi acidi (nel corso dell’articolo vedremo quali sono nello specifico) che rendendo il corpo più acido aumenterebbero il rischio di infiammazioni croniche e prediligendo l’assunzione di cibi alcalini o neutri, anche in questo caso vedremo quali sono, tra qualche riga.

Perché preferire cibi alcalini e neutri? Perché ridurrebbero l’acidità del corpo e dunque l’infiammazione.

Benefici dieta alcalina

Queste affermazioni, sono state oggetto di varie critiche, molti affermano che la dieta alcalina non sia altro che una bufala ben orchestrata, ma in ogni caso rimane uno dei regimi alimentari più seguiti al mondo ed essendo un fenomeno di così ampie dimensioni, è giusto conoscerlo.

Tra i benefici che chi segue un regime di dieta alcalina, in particolare dieta vegana alcalina dice di aver osservato, vi sono:

  • Aumento dei livelli di energia
  • Eliminazione delle tossine
  • Aumento della luminosità della pelle
  • Perdita di grasso corporeo

Essendo una dieta sostanzialmente basata sull’assunzione di frutta e verdura, anche chi non è convinto del fatto che aumentando il pH del corpo si possano ottenere i benefici di cui vi abbiamo appena parlato, può sicuramente affermare che la dieta alcalina promuova un regime alimentare sano.

Infatti è basato sull’assunzione di cibi ricchi di vitamina A, vitamina C e acido folico che aumentano le difese immunitarie e aiutano a mantenere il peso sotto controllo.

A cosa serve la dieta alcalina

Come abbiamo anticipato, la dieta alcalina, spesso chiamata anche dieta alcalina vegana, poiché basata principalmente sull’assunzione di cibi vegetali, serve a perdere peso e a ripristinare i corretti livelli di energia nel corpo attraverso una selezione di alimenti alcalini che possano riportare il pH verso la giusta alcalinità.

Perché? Per abbassare la quantità di acido nel corpo e dunque possibili problemi di infiammazione e malattie cardiache.

La comunità scientifica non ha trovato riscontri a tutto ciò, ma ha dato parere positivo al fatto che questo tipo di regime alimentare promuova uno stile di vita sano e una dieta basata sul consumo di frutta e verdura evitando la carne rossa e i cibi raffinati.

Ma quali sono, nello specifico, gli alimenti alcalini? Lo vediamo subito!

Dieta alcalina benefici e controindicazioni
Dieta alcalina benefici e controindicazioni – Fonte: IStock