Categorie
MakeUp

Correttore verde: a cosa serve, quando utilizzarlo e migliori prodotti

Il correttore verde permette di minimizzare e nascondere eventuali rossori e discromie: ecco di che si tratta, come si utilizza e quale scegliere.

Hello Spinkers! Una buona base e una corretta color correction sono il punto di partenza per realizzare un bel makeup. Il correttore verde è un alleato indispensabile.

Il correttore verde è uno dei colori presenti tra le tonalità per il trucco correttivo, le altre sono il giallo, il lilla e l’arancio. Esiste in diverse tipologie: liquido, in crema e in polvere libera, in questo caso è più simile alla cipria.

Ma il correttore verde a cosa serve? Sfruttando la teoria della ruota dei colori il verde annulla il rosso, quindi con questo prodotto si possono correggere discromie, rosacea, couperose e tutte le macchioline rosse lasciate dai brufoli.

In alcuni casi funziona anche sulle occhiaie se invece di virare al viola hanno una componente predominante di rosso.

Correttore verde tipologie

Esistono diverse tipologie di correttori e vanno scelti in base alle esigenze della nostra pelle e all’entità delle imperfezioni da neutralizzare.

Per le pelli mature è preferibile usare prodotti liquidi per non enfatizzare le linee d’espressione e rischiare che il prodotto si depositi nelle pieghette, per la pelle secca sono perfette le texture cremose, morbide e scorrevoli che aiutano a rendere più idratata la zona da trattare.

La pelle grassa necessita di polveri o formule piuttosto asciutte con finish opaco.

Per quanto riguarda la coprenza da scegliere dipende da quanto sono marcate le discromie, ma in generale è preferibile scegliere un prodotto di media coprenza che si possa stratificare per evitare l’effetto mascherone.

Come usare il correttore verde

Quando si applica un correttore, si può scegliere se stenderlo prima o dopo il fondotinta, ma nel caso di quelli correttivi sarebbe meglio metterlo dopo il primer o la crema viso usata per preparare la pelle al makeup.

Per aumentare la correzione esistono anche primer colorati, una volta applicato e sfumato molto bene si passa al fondotinta e al correttore illuminante.

Uno step importantissimo è il momento della sfumatura, il verde deve neutralizzare le macchioline rosse, ma non deve vedersi, altrimenti l’incarnato potrebbe virare al grigio. 

Quando ricorrere al correttore verde

Se il vostro viso presenta rossori, zone irritate, rosacea, brufoletti o cicatrici rossastre, il correttore verde è il vostro migliore amico.

Sfumato e applicato con cura renderà neutra la discromia, non applicate troppo prodotto, ma abbiate cura di sfumarlo con piccoli tocchi, per le zone piccole è meglio usare le dita.

Quindi ogni volta che vi svegliate con un nuovo inquilino sul viso o quando gli sbalzi di temperatura enfatizzano rosacea e couperose armatevi del colore verde e il gioco è fatto. 

Correttore verde fai da te: ecco come crearlo comodamente a casa

State cercando da ore nella trousse, ma del correttore verde neanche l’ombra? Niente paura, il correttore verde brufoli e rossori è ricreabile anche a casa.

Prendete un ombretto verde chiaro mat, non deve avere nessuna perlescenza e miscelatelo con un correttore o con un fondotinta abbastanza chiaro.

Cercate di non creare grumi e di rendere il composto quanto più liscio possibile. Se non avete l’ombretto verde potete unire una polvere o una crema blu e una gialla, cercando di usare più giallo che blu per ottenere il verde desiderato.

Correttore verde: migliori prodotti per una pelle a prova di rossore

Dr.Jart+ Cicapair Tiger Grass Color Correcting Treatment: trattamento a base di centella asiatica studiato per correggere tutte le problematiche legate ad arrossamenti della pelle. I pigmenti verdi neutralizzano il rosso e si trasformano in una crema beige che si adatta all’incarnato. Contiene spf 30.

NYX Professional Makeup 3C Palette – Color Correcting Concealer: una palette creata per contenere tutti i colori per la correzione delle imperfezioni. La texture è in crema, si sfuma facilmente e il formato è perfetto per essere portato in viaggio o in borsetta.

L’Oréal Paris C’est Magic CC Cream Anti-Redness: un brodotto che corregge e fa da fondotinta allo stesso tempo. La base è verde, ma contiene particelle in sospensione che si spaccano con lo sfregamento delle mani e si trasformano in un fondotinta. Il verde corregge, mentre il fondotinta uniforma l’incarnato.

Revlon PhotoReady Color Correcting Pen for Redness: correttore in penna, il colore viene erogato con un click. Contiene pigmenti 3d che neutralizzano le discromie e attenuano i rossori. La texture è fluida e grazie alla penna si riesce a raggiungere anche gli angoli più piccoli.

Stila One Step Correct: prodotto innovativo, come si evince dal nome è un correttore one step. Quando viene erogato i pigmenti si fondono e creano una color correction uniforme e luminosa. La texture non si deposita nelle pieghette.

Red Correct: a metà tra una cc cream e un correttore Erborian propone un prodott che da verde diventa leggermente colorato, illumina e corregge allo stesso tempo lasciando il viso estrememente levigato.

ULTIMATE COVER CONCEALER: sembra una cipria, ma non lo è questo fondo a metà tra crema e polvere è perfetto per chi ha la pelle grassa perche non luvida il viso e corregge molto bene.

NYX Professional Makeup HD Photogenic Correttore Wand: correttore liquido con classico applicatore floccato, il verde è perfettamente bilanciato per coprire i segni dei brufoli e le macchie evidenti di rosacea. La coprenza è medio alta e la texture stratificabile.

Correttore Stick Pupa Milano: la texture è molto corposa e la coprenza medio alta, la forma angolata permette di raggiungere anche le zone più difficili. Una volta apllicato va sfumato velocemente perchè ha un’alta aderenza e si fissa subito.

SpinkUp Tips

Correttore verde opinioni e considerazioni finali

Se i rossori sono molto persistenti potrebbe essere segno di un problema specifico alla pelle, la color correction è un metodo per cancellare le discromie e rendere la base omogenea, ma è importante rivolgersi a specialisti se il problema è di entità consistente.

Per trovare la texture ideale potrebbe servire qualche esperimento perché è necessario capire come si comporta il prodotto sul viso durante il corso della giornata.

Sperimentate diverse texture e tipologie di prodotto per trovare il correttore verde ideale.