Categorie
Benessere

Cervicale: cause, effetti e come ridurre i fastidi con esercizi e prodotti mirati e realmente efficaci

La cervicale è un’infiammazione che comporta dolore e non poco fastidio: ecco come trattarla e ridurne gli spiacevoli effetti mediante l’uso di specifici dispositivi ortopedici.

Hola Spinkers! Soffrire di dolori al collo, in particolare di cervicalgia, è molto diffuso, circa 2 persone su 3 infatti, si sono trovati alle prese con questo fastidio almeno una volta nella vita.

Il dolore cervicale può compromettere significativamente la qualità della vita di chi ne soffre, ma la notizia positiva è che esistono farmaci, rimedi ed esercizi mirati per alleviarlo. Continuate a leggere per saperne di più.

La cervicalgia è un’infiammazione che colpisce le vertebre superiori della colonna vertebrale, ossia le sette ossa brevi che compongono il tratto della colonna vertebrale più vicino alla testa, e che ne consentono i movimenti.

Nella maggior parte dei casi, questo disturbo si manifesta con la comparsa di dolore di entità variabile nella parte posteriore del collo, che spesso si irradia anche alle spalle e alle braccia, ostacolando i movimenti.

Si tratta di un dolore costante, che può essere localizzato anche in zone diverse della colonna cervicale. Possiamo distinguere tre tipi di cervicalgia in base alla zona in cui il dolore si localizza:

  • collo: si tratta della cervicalgia vera e propria, quasi sempre accompagnata da rigidità muscolare e da una limitata mobilità della zona;
  • spalle, braccia e mani: si tratta della sindrome cervico-brachiale che provoca formicolii o la sensazione di una eccessiva sensibilità degli arti interessati;
  • testa: in questo caso si tratta di una sindrome cervico-cefalica, che provoca la vertigini, emicrania, disturbi alla vista o all’udito, nausea e vomito;

Cause cervicale

Le cause della cervicale possono essere molteplici e molto diverse tra loro, vediamole.

  • La causa più comune del dolore cervicale è uno stile di vita troppo sedentario unito ad una scarsa attività fisica. I muscoli non allenati perdono il tono muscolare e, di conseguenza, non sostengono adeguatamente la colonna vertebrale, incluso il tratto delle vertebre cervicali, favorendo l’insorgenza di strappi muscolari e dolore localizzato. 
  • Un altro fattore di rischio è costituito da una postura sbagliata mantenuta troppo a lungo, per esempio quella che assumiamo quotidianamente quando siamo seduti alla scrivania, davanti al computer o a tavola, le strutture su cui sediamo o riposiamo.
  • Il dolore cervicale può essere anche il risultato di eventi traumatici (infortuni sul luogo di lavoro o mentre si pratica sport, il classico colpo di frusta) che possono causare problematiche alle strutture ossee (schiacciamenti della colonna, compressione delle vertebre, fratture) e a quelle muscolari (contratture, stiramenti, strappi).
  • Si possono avere disturbi cervicali anche a causa di problemi ai denti dovuti a una malocclusione dentale, per via della mancanza di un molare o di gengiviti. Quando la mandibola e le sue articolazioni non si muovono in modo simmetrico durante la masticazione, si ha una una contrazione della muscolatura mandibolare, con dolori che si irradiano fino al tratto cervicale.
  • A volte il dolore cervicale può insorgere dopo essere stati in palestra ed è dovuto a varie ragioni: la mancanza di stretching prima e dopo l’allenamento o un’esecuzione sbagliata degli esercizi che porta ad eccessivo sforzo dei muscoli del collo. Perciò è sempre utile farsi aiutare da un personal trainer per evitare di sottoporre a un carico eccessivo le vertebre cervicali.
  • Proprio come succede con le posture scorrette, anche l’eccessivo stress psicofisico può ripercuotersi a livello della colonna cervicale dando origine a cervicalgia caratterizzata da dolore, contratture e rigidità muscolari.
Dolori cervicali rimedi
Dolori cervicali rimedi – Fonte: IStock

Cervicale sintomi

Generalmente la cervicale si manifesta con dolori di varia entità, da lieve a moderato-grave, localizzati a livello delle strutture muscolari e ossee del collo, che provocano rigidità e limitano i movimenti del capo. Il dolore tende inoltre a irradiarsi alle spalle e alle braccia, e a essere accompagnata da altri sintomi quali:

  • dolore al collo: i muscoli appaiono contratti e si ha una certa difficoltà a compiere movimenti di torsione, estensione e flessione della testa.
  • mal di testa: il dolore dei muscoli del collo sale a livello della nuca, fino ad arrivare alla fronte e alla zona intorno agli occhi.
  • sintomi a livello del sistema nervoso: la cervicalgia può provocare l’insorgere di nausea, vertigini e giramenti di testa, problemi alla vista e all’udito.

Dolore cervicale: consigli per alleviarlo

Per alleviare il dolore e ridurre l’infiammazione, quando presente, la soluzione immediata è la terapia farmacologica che prevede il ricorso a farmaci antinfiammatori/antidolorifici non steroidei (FANS), da assumere sia per via orale (compresse, pastiglie, soluzioni solubili) sia attraverso pomate e cerotti che rilasciano il principio attivo localmente.

Tuttavia, oltre ai farmaci esistono altri rimedi che riguardano lo stile di vita (attività fisica mirata, massaggi, uso di un cuscino specifico) e che possono aiutare ad alleviare e prevenire qualsiasi contrattura di collo e spalle. Anche un buon massaggio può fare molto.

Rimedi cervicale: ecco i più efficaci

Vediamo ora i principali rimedi per alleviare o prevenire il dolore cervicale.

  • Assumere e mantenere sempre una postura corretta: in particolare si consiglia di portare il monitor ad un’altezza, poggiare i gomiti sulla scrivania e scegliere una sedia confortevole e ergonomica.
  • Eseguire regolarmente gli esercizi specifici per alleggerire il dolore cervicale, evitando movimenti veloci e scatti bruschi che potrebbero aggravare il problema.
  • In caso di  colpo di frusta o strappi muscolari cervicali, indossare un collare cervicale morbido per sostenere il rachide cervicale. 
  • Durante il sonno si consiglia l’uso di un cuscino ortopedico specifico per il dolore cervicale.
  • Per ridurre il dolore cervicale provocato da traumi invece, si consiglia di fare degli impacchi freddi a livello cervicale, perché il freddo ha un effetto analgesico sulla sede interessata dal dolore.
  • Spesso il miglioramento dei sintomi cervicali passa anche per un miglioramento di alcune abitudini scorrette, tra cui stare troppo tempo con i capelli bagnati o stare in ambienti umidi.

A cosa serve il cuscino cervicale

Le cause più comuni del dolore cervicale sono spesso contratture dovute a una postura scorretta, che provocano una compressione innaturale del tratto delle vertebre cervicali.

Il cuscino cervicale è un supporto ortopedico per farti mantenere la testa ed il collo in posizione più “corretta”  mentre dormi.

A differenza dei cuscini tradizionali, spesso troppo alti o troppo bassi, o comunque non adatti alla forma del collo e della testa, il cuscino cervicale ha una forma tipicamente “ondulata”, con un lato più alto e uno più basso, per “accogliere” le vertebre cervicali e rispettare la naturale curvatura del collo.

Facendo restare il collo e la testa allineati con la colonna vertebrale, il cuscino cervicale fa si che ci sia meno carico sulle vertebre,  alleviando il dolore e  permettendo di svegliarsi più riposati e senza rigidità o contratture. In commercio esistono tantissimi tipi di cuscino cervicale, di diversi materiali e diversi prezzi.

Esercizi cervicale: quali effettuare

Gli esercizi per il dolore cervicale sono svariati e hanno diversi obiettivi: alcuni mirano a rinforzare e stabilizzare il tratto cervicale, altri puntano a favorire la flessibilità o a migliorare la mobilità. Vediamone alcuni:

  • Rinforzo dei muscoli flessori: sdraiatevi in posizione supina con i piedi appoggiati a terra, le ginocchia piegate e la zona lombare appiattita contro il pavimento. Da questa posizione abbassate il mento verso lo sterno e mantenere la posizione per qualche secondo, ripetete l’esecizio.  
  • Flessione del capo in avanti: con le mani incrociate sopra la nuca flettete la testa in avanti avvicinando il più possibile il mento al petto. Restate in questa posizione per qualche secondo mantenendo il busto dritto. Ritornate nella posizione di partenza e ripetete l’esercizio.
  • Flessione dei muscoli laterali del collo: piegate la testa a destra e a sinistra portando l’orecchio alla spalla. Ritornate nella posizione di partenza e ripetete l’esercizio.
  • Allungamento: tenete la testa dritta, spingete il mento in avanti e mantenete la posizione una manciata di secondi. Ritornare alla posizione di partenza e poi ripetere l’esercizio. 

Cuscino per cervicale: migliori prodotti Amazon tra cui scegliere

Umi Cuscino Cervicale Memory Foam Tagliuzzato CerviCure si adatta alla forma della testa, migliora il sostegno del collo e della colonna vertebrale, e allevia dolori e pressioni. Questo cuscino ergonomico può essere utilizzato anche per sostenere braccia, gambe, schiena e fianchi. 

Il memory foam a cellule aperte e la fodera traspirante all’Aloe Vera garantiscono la massima traspirabilità, assicurando un appoggio sempre fresco e asciutto.

Cuscino Cervicale Diki è progettato per offrire un maggiore sostegno  alla zona cervicale. Con il suo design ergonomico, si adatta alle curve naturali di testa e collo, alleviando la pressione nei punti giusti. Antiacaro, antiallergico e traspirante con fodera antibatterica rimovibile e lavabile.

Cuscino Ortopedico sostegno cervicale Surus Equipment è perfetto per il benessere del collo e della schiena, poichè favorisce il giusto allineamento della colonna vertebrale durante il sonno diminuendo la fatica giornaliera. Realizzato in morbido Memory Foam, è un prodotto antibatterico, anallergico e traspirante.

Look envy Cuscino Ortopedico corregge e rilassa. Grazie al suo Design ergonomico, questo cuscino è in grado di sostenere efficacemente i muscoli della testa e del collo, migliora la qualità del sonno e allevia la tensione cervicale e l’affaticamento causato da posture sbagliate assunte durante il giorno. È un cuscino morbido, confortevole e traspirante. 

Soledi Cuscino in Memory Foam rilassa i muscoli del collo e migliora il sonno. È realizzato a doppia forma ad onda che permette di trovare la posizione corretta e si adatta al contorno naturale del collo.

La federa di questo cuscino ortopedico è realizzata in cotone, che la rende morbida al tatto e favorisce il ricambio dell’aria, favorendo fresco durante il riposo.

SpinkUp Tips

Cervicale opinioni e considerazioni finali

Conosciuto anche come cervicalgia, il dolore cervicale è semplicemente il dolore al collo, un problema molto comune che spesso interessa le persone adulte, ma che in realtà può colpire chiunque.

Nella maggior parte dei casi, il dolore cervicale si risolve nel giro di pochi giorni/settimane spontaneamente o ricorrendo ad alcuni semplici accorgimenti.

Bisogna però ricordare che, quando il dolore cervicale è espressione di cause clinicamente importanti, può cronicizzarsi e/o può manifestarsi con sintomi più gravi e debilitanti.

Il consiglio è quello di non sottovalutare mai il dolore al collo, ma valutarne sempre l’entità e la durata, così da rivolgersi tempestivamente ad un esperto ed evitare che si cronicizzi.